La fiamma IT – Andreia Faria Carvalho

.
Andreia Faria Carvalho
 

Andreia Faria Carvalho

Software Engineer

Éta: 26
Figli: no

«Inseguire i propri obiettivi».

Esperienza professionale: Durante i miei studi, ho avuto modo di svolgere qualche stage come sviluppatrice, in Svizzera e all’estero. Appena concluso con gli studi, ho iniziato la mia esperienza come ingegnere di software, lavoro che svolgo da un anno e mezzo.

 

Come è approdatata nel settore IT?

Qual è stato il Suo primo incontro con il mondo dell’informatica?
In terza liceo ho avuto la possibilità di scegliere una materia come “opzione complementare”, e non avendo grandi conoscenze tecnologiche ho pensato che sarebbe stato utile avere delle basi d’informatica, qualsiasi sia stata la strada che poi avrei intrapreso con i miei studi. Per mia fortuna, ho avuto un docente che con la sua passione è riuscito a farmi vivere la materia con curiosità e divertimento. Avendo notato di avere una certa avvinità con la materia, l’ho poi scelta come mia formazione.

A quale éta?
17 anni

Quanti anni aveva quando le cose si sone fatte serie e ha dovuto scegliere una formazione professionale o ha dovuto scegliere un percorso di studi, rispettivamente?
All’etá di 14 anni ho scelto di continuare i miei studi con il liceo scientifico, un percorso più teorico e meno pratico.
All’etá di 18 anni ho dovuto scegliere l’universitá, ed ho optato per l’informatica.

Quali professioni o indirizzi di studi alternativi Le interessavano all’epoca? Descriva le riflessioni che ha maturato allora.
Sono sempre stata incuriosita dall’architettura e dal disegno, come anche dal mondo scientifico. Siccome non riuscivo però a decidermi su un ambito solo e avevo un buon rendimento scolastico, ho pensato che il liceo potesse essere l’opzione più appropriata, dove avrei avuto modo anche di riflettere su che ambiti fossi maggiormente interessata. Durante i 4 anni di liceo ho notato calare, anche se tutt’ora c’è, il mio interesse sull’architettura e disegno, per dare spazio al mondo dell’informatica.
Di quali informazioni disponeva all’epoca sulla formazione e sulle possibilità successive?
Alla fine della scuola dell’obbligo sapevo a grandi linee che si potesse scegliere una formazione continua o una formazione professionale. Sinceramente, non avevo realmente coscienza su cosa realmente fosse la formazione professionale, e tantomeno avevo conoscenza del settore IT.
Solamente nell’ultimo mio anno di studio ho iniziato a cercare informazioni mirate sulla formazione e solamente nei primi anni di essa ho realizzato reamente quali fossero state poi le mie possibilità successive.

Secondo la Sua opinione dell’epoca, quali erano gli ostacoli?
La mancanza di informazione, in particolare cosa si potesse fare dopo i diversi percorsi formativi. Ci sono stati degli eventi sponsorizzati dalla scuola al riguardo, molto utili, ma non sufficienti per quanto mi riguarda.

Chi, quali persone, quali circostanze all’epoca hanno rappresentato un ostacolo per la Sua carriera nell’IT?
La società. Purtroppo mi sono sentita dire qualche commenti come “ah, ma non è un lavoro da uomini”. Osservazioni simili sono state fatte anche ai miei genitori, che nonostante li avesse messo in dubbio svariate volte sulla mia scelta, non gli hanno mai veramente dato peso.

Alla fine cosa è stato determinante ai fini della Sua decisione di entrare nel settore IT?
Il corso che ho seguito durante i miei ultimi 2 anni di liceo: mi ha dato una nuova visione del settore.

Chi, quali persone Le hanno fornito sostegno a quel tempo? Descriva i Suoi dubbi e le Sue resistenze nella maniera più vivida possibile.
Di sicuro i professori, come anche la mia famiglia, sono stato di sostegno. In modo particolare i miei genitori, che mi hanno sempre appoggiato nonostante il settore IT sia sconosciuto a loro.
L’aspetto più difficile è stato sostenere ed argomentare la mia decisione quando i miei cari più stretti erano in dubbio sulla mia scelta, a causa di commenti proveniente da terzi. Per fortuna sono sempre stata in grado di convincerli.

Come è prosequito il Suo percorso dopo la formazione o dopo la laurea?

Quali sono state le Sue prime mosse dopo la laurea?
Sono stata 1 mese in Asia, e al rientro ho iniziato con la ricerca di un lavoro.

A che punto si trovava 5 anni dopo aver terminato la formazione/gli studi universitari?
Professionalmente
Nella vita privata
Io ho terminato solo 2 anni fa, e attualmente lavoro a tempo pieno come ingegnere di software e privatamente sono indipendente.

Riceveva
a) dello stesso salario dei Suoi colleghi uomini?
Per quello che ho potuto comparare, si.

b) delle stesse opportunità di carriera? Se no, per quale motivo?
Al momento non ho notato ostacoli nella mia crescita professionale.

Guardandosi indietro, come valuta la decisione di entrare nel settore IT?

Quali delle Sue aspettative sono state soddisfatte?
Lavorare in un ambiente intellettualmente stimolante, e di creare prodotti poi utilizzati da diverse persone nella loro vita quotidiana.

Cosa apprezza di più della Sua attuale situazione lavorativa?
In favore ad un buon equilibrio tra lavoro e tempo libero, apprezzo molto la flessibilità dell’orario di lavoro, come anche la possibilità di poter lavorare facilmente da casa.

Quali delle Sue aspettative sono state disattese?
Non ne riscontro.

Prenderebbe nuovamente la stessa decisione?
Si.

Che cosa rimpiange o critica?
Avrei voluto avere un primo contatto con il settore qualche anno prima.

In che modo la Sua carriera sarebbe/sarebbe stata diversa se Lei fosse un uomo?
Siccome non notato differenze con i miei colleghi uomini, al momento non penso che sarebbe stato diverso. Immagino solamente che forse avrei avuto delle opportunità di avvicinamento al settore prima di quanto abbia fatto.

Se potesse, cosa farebbe diversamente e in che modo?
Non rimpiango il mio percorso fin’ora fatto.

Se avesse una bacchetta magica, che cosa si augurerebbe?
Continuare a lavorare con passione e avere un buon equilibrio con la vita privata.

Che consiglia a Sua figlia?

Quali consigli darebbe a Sua figlia di 15 anni se volesse entrare nel settore IT?
Fare qualche stage o visita a delle imprese del settore, per capire meglio cosa significa realmente lavorare nell’IT e per vedere le diverse opzioni di carriera.

Cosa è importante per Lei nella vita dal punto di vista professionale?
Fare qualcosa che appassiona e di cui andare fiero alla fine della giornata.

Di cosa dovrebbe tenere conto una giovane donna nell’impostare la Sua carriera, sapendo che raggiungerà l’età di pensionamento nel 2061?
Forse non sono la persona più adatta a rispondere appropriatamente a questa domanda per via della mia età, ma credo che una delle cose importanti da fare è intraprendere un percorso che la soddisfa pianamente professionalmente.

Torna alla pagina centrale

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


Captcha loading...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.